giovedì 8 marzo 2012

Riso Venere con vongole, gamberi e pomodori ciliegini

Conservo dei bellissimi ricordi del periodo in cui ho frequentato la scuola di cucina. Forse è stato troppo poco quello che ho imparato da un punto di vista culinario... Evviva la modestia!!! Per contro, ho avuto due grandi doni, due amiche, ma di quelle vere, quelle che di solito incontri sui banchi di scuola e ti restano accanto per tutta la vita. Ho raccolto anche tante delusioni dopo quella esperienza, perchè credevo che mi avrebbe aperto delle porte, che avrei potuto cominciare a lavorare, e per di più a realizzare un sogno nel cassetto, nonostante avessi già una certa età e una bimba, cose non molto bene accette nel settore della ristorazione. Ed eccomi qua, a distanza di due anni, col cassetto ancora pieno di sogni e in compenso un altro Minimangionissimo. Non posso negare che ogni tanto sto lì a chiedermi se ho sbagliato le mie scelte, quelle importanti... Ma dura giusto un attimo, perchè basta accarezzare i riccioli della mia bimba e fare il solletichino al pancino del piccolino... E ogni incertezza se ne va.
Si, sono una casalinga. Si, sono una mamma. Si, devo dar conto solo a me stessa e per questo mi sento privilegiata. Peccato che per il 99% di parenti, amici e conoscenti questo privilegio sta nello 'stare a casa a far niente'... O peggio ancora, a far la serva a mio marito...E vabbè! Me ne farò una ragione...

Il riso Venere è una finezza che ho mangiato al corso di cucina, ma, in tutta sincerità, la mia ricetta è più buona! ;)
A mia figlia è piaciuto tantissimo, si è divertita tantissimo ad usare la conchiglia della vongola come un cucchiaio :D.
Devo dire che è veramente buono...costa un po' è vero, ma il sapore del riso Venere è davvero speciale, per cui, se lo provate non ve ne pentirete.
Mi scuso per le orrende foto, ma la macchina fotografica perdeva colpi....

Ingredienti
per 4 persone
- 250 gr di riso Venere
- 300 gr di gamberi
- 300 gr di vongole veraci
- 250 gr di pomodori ciliegia
- una cipolla
- brodo di pesce o vegetale
- vodka al melone
- cannella
- chiodi di garofano
- prezzemolo

Procedimento



Secondo me, il riso venere dà il suo meglio se cucinato con la tecnica pilaf. Prendete un contenitore che possa andare sia sul fuoco, sia in forno. Prendete una cipolla intera, o mezza. Ci infilate dentro dei chiodi di garofano e la fate leggermente soffriggere con dell'olio extravergine di oliva.
Mettete il riso in un contenitore graduato e calcolate la stessa misura di brodo di pesce.
Tostate leggermente il riso insieme alla cipolla. Versate poi il brodo bollente, aggiungete anche la cannella, meglio se in stecca. Fate prendere bollore e togliete dal fuoco. Spruzzate con la vodka al melone (provare per credere) e coprite con carta d'alluminio formando come un coperchio e cuocete per 20 minuti in forno preriscaldato a 180º.
Quando lo tirerete fuori, il riso pilaf ottenuto sarà praticamente cotto e avrà assorbito tutto o quasi il liquido. Lasciate che riposi coperto per qualche altro minuto.




Mentre il riso è in forno ci si può dedicare al condimento. In una padella soffriggere uno spicchio d'aglio con dell'olio extravergine di oliva. Aggiungere i pomodorini tagliati a metà, aggiustare di sale, coprire e abbassare la fiamma. Dopo qualche minuto i pomodorini saranno cotti. È arrivato il momento di aggiungere i gamberi dopo averli sgusciati.




In un'altra padella far aprire le vongole.




Quando tutto sarà pronto, non vi resta che assemblare e servire. E buon appettito!

2 commenti:

  1. che bel piatto! lascia perdere le foto, l'importante è la sostanza e qui c'è tutta ;-)
    complimenti e non ti rammaricare per ciò che pensa la gente, io c'ho fatto il callo, quando non si ha molto da fare si pensa agli "affari" altrui.
    baci e buon 8 marzo :))

    RispondiElimina
  2. Il senso critico ogni tanto dovrebbe essere autocritico per alcune persone... Buon 8 marzo anche a te!!:)

    RispondiElimina

Post più popolari