giovedì 28 giugno 2012

Scaloppine da asporto, mt challenge di giugno

Carissimi, vedo pacchi dovunque...
Sto traslocando...
Qualche mese fa, al pensiero di impacchettare una vita e di andarmene in una casa nuova con le mattonelle del bagno scelte da me, un gridolino di piacere mi fuoriusciva incontrollato... Impacchettare le prime cose è stato euforizzante e quasi piacevole...
Adesso che il gran giorno è imminente, invece, mi guardo intorno e mi sento assalita dallo sconforto e da tanta tristezza.
Eh si, perchè per quanto hai potuto odiare questa casa, è e rimarrá per sempre la tua vera prima casa, quella che ha fatto da sfondo agli ultimi 10 anni della tua vita... Anzi, della vita della tua famiglia, quella che ti sei creata e costruita.
Ci siamo entrati in due, solo con la cucina, il letto e il corredo della nonna e adesso ci usciamo in 4, con pacchi e pacchi di giocattoli e di ... Caccavelle!
E poi arriva l'ansia...
Ci troveremo bene nella casa nuova? Stiamo sbagliando tutto? E il mutuo per altri 30 anni? Minimangionissima si ambienterà senza problemi? Anzi, che tipo di problemi avrà? Li saprò gestire insieme a tutto il resto?
Quando sei responsabile solo per te è un conto, ma decidere anche per i tuoi figli... Grrrrrrr... L'altro giorno ho sentito che mentre giocava con il suo amichetto ( vicino di casa) gli chiedeva, senza neanche alzare la testa dal suo disegno:" ma tu mi vieni a trovarmi nella casa nuova?"
:'(
Poi, obiettivamente mi rendo conto che è un cambiamento, un grosso cambiamento, che è normale sentirsi agitati e che piano piano tutti lo affronteremo, e costruiremo tanti altri ricordi e vivremo e cresceremo...
Ed ora, la ricetta e su con la vita!
Come sempre all'ultimo minuto, correndo, posto la mia ricetta per il challenge più amato dai foodblogger, quello di Menù Turistico!
Allora, questo mese ci si sfida con le scaloppine, piatto abbastanza amato in casa Mangiònissima, ma visto il forte ed insopportabile caldo, una versione leggermente rivisitata, diciamo quasi da reciclo da scaloppina, semmai vi avanzasse, insomma una scaloppina da asporto, per pranzi veloci ma gustosi.
ingredienti
per due persone
- 2 fette sottili di noce/rosa di bovino
- una tazza di farina
- una noce di burro
- olio evo QB
- Il succo di mezzo limone
per la salsa d'accompagnamento
- un cucchiaio di yogurt greco
- Un cetriolo
- la scorza di un limone
- timo secco QB
- pepe nero QB
- sale
- olio evo
- 2 panini tipo Arabo
preparazione
L'idea mi è venuta pensando a quei fantastici panini col kebab, traboccanti di carne succosa e cremine profumate... In più deriva dall'esigenza di dover compensare il caldo con una cucina, diciamo, più fresca.

Prendete le fette di carne, che devono essere sottili, mi raccomando! Infarinatele per bene e cuocetele in una padella ben calda, dove avrete fatto sciogliere una noce di burro e un filo d'olio evo.
Rosolate per bene da entrambi i lati e adagiate su di un piatto. Ricoprite con un foglio d'alluminio e mettete da parte.
Versate il succo di limone e mezzo bicchiere d'acqua nella padella dove avet cotto la carne e lasciate ridurre a fuoco alto fino a raggiungere la giusta densità.

Nel frattempo tagliate a fettine sottili il cetriolo e preparate una salsina amalgamando lo yogurt con olio evo, sale, pepe, ti o e scorza di limone. Non vi resta che assemblare il vostro panino. Spaccate i panini, irrorateli del fondo di cottura delle scaloppine, farciteli con la scaloppina tagliata a fettine sottili, la salsina e il cetriolo e... Buon appettito!


7 commenti:

  1. Bella idea, fresca ed estiva! :)
    In bocca al lupo per il trasloco...sicuramente lo sconforto di ora lascerà spazio alla gioia non appena vi sarete sistemati e ambientati ;)

    RispondiElimina
  2. Sono in un momento simile, anche se il trasloco che stiamo organizzando non mi riguarda direttamente- e mi sono rivista in tanti dubbi e in tante paure, quelle che sono tipiche di chi deve decidere anche per gli altri, accollandosi un peso ulteriore, che non sempre viene capito dall'esterno. Di traslochi ne ho fatti tre- e il primo è stato quello più lacerante. Ma tornassi indietro, rifarei tutto, anche l'errore dell'appartamento di mezzo, che ci è servito per capire bene come sarebbe dovuta essere la nostra casa. Ora siamo in quella che vorrei che fosse definitiva,da tanto mi piace. Ma se penso a quel luglio di 4 anni fa, le paure erano le stesse che hai tu. Vedrai che andrà benissimo.
    Grazie per aver pensato a noi, anche in mezzo a questo marasma, dentro e fuori e complimenti per l'idea e il nome di battesimo!
    buona giornata
    ale

    RispondiElimina
  3. Pensare a voi è solo una buona e gustosa distrazione!!!! Grazie per gli incoraggiamenti... Mi servono proprio! ;)

    RispondiElimina
  4. Forza Giovanna!! Vedrai che andrà tutto bene...tre anni fa..ho fatto due traslochi in meno di un anno...Adesso siamo in questa casa, molto bella, che però non è definitiva..il prossimo trasloco è previsto fra due o tre anni al massimo...Forse penserò le stesse cose...forse visto che lo attendo con ansia, sarà bellissimo e impermeato di una beata incoscienza senza pensieri...tu tuffati! :) e ogni cosa verrà da se..nuove routine, nuovi ricordi, nuovi amichetti...
    Nel frattempo, questa scaloppina sembra fatta apposta per esser gustata seduti sopra gli scatoloni, mentre salutate la vecchia casa quasi vuota...dai che sarà bellissimo! :)

    RispondiElimina
  5. forza cara giovanna, ogni giorno è un giorno in meno al traguardo e poi quanto tutto passerà potrai goderti un momento di relax ^^

    RispondiElimina
  6. Oggi ho fatto conoscenza con la nuova cucina, e, come al solito, la cucina in senso lato, mi ha regalato felicitàed entusiasmo!! Effettivamente, un bel paninazzo da muratore, ci vuole proprio!!!
    Grazie a tutte per il sostegno! Mu@@

    RispondiElimina
  7. Francamente,delle tue seghe mentali non gliene frega un cazzo a nessuno.In compenso,hai fatto una bellissima ricetta di merda.Adesso che hai traslocato,puoi buttarti dall'ultimo piano del tuo stabile.

    RispondiElimina

Post più popolari